Uniterre lancia l’iniziativa per rafforzare l’agricoltura in Svizzera e proibire l’uso di OGM

Pubblichiamo da Rsi (leggi articolo originale)

Il sindacato agricolo Uniterre ha presentato oggi, martedì, l’iniziativa “Per la sovranità alimentare. L’agricoltura riguarda tutti noi”. Ha ora tempo fino al 30 marzo 2016 per raccogliere le 100’000 firme necessarie per permettere al popolo di esprimersi sull’argomento.

L’iniziativa mira a rendere preponderante l’approvvigionamento di alimenti svizzeri. Il ricorso agli organismi geneticamente modificati (OGM) verrebbe inoltre definitivamente vietato e Berna sarebbe chiamata ad intraprendere misure protezionistiche a sostegno del comparto, intervenendo per esempio sui prezzi.

Uniterre rivendica anche l’armonizzazione, a livello federale, delle condizioni di lavoro dei dipendenti agricoli, nonché il divieto di importazione dei prodotti stranieri non conformi alle norme sociali e ambientali elvetiche. Le sovvenzioni alle esportazioni sarebbero altresì soppresse.

Altre iniziative riguardante l’agricoltura e le derrate alimentari sono già state lanciate dall’USP (vedi correlate) e dai Verdi.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


sei × 5 =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>