Papa Francesco: “L’agricoltura sia sostenibile e solidale. Auspico un impegno rinnovato perchè a nessuno manchi il cibo quotidiano”

Pubblichiamo da MilanoPost (leggi articolo originale)

Milano 10 Novembre – “Questa mattina Papa Francesco ha ricordato il ruolo fondamentale dell’agricoltura e incoraggiato a coltivare la terra in modo ‘sostenibile e solidale’, interpretando una delle grandi sfide globali che abbiamo di fronte”. Così il ministro alle Politiche Agricole, Maurizio Martina, commenta l’Angelus del Papa. “Le parole del Papa – prosegue – sono fondamentali alla vigilia di Expo Milano 2015, che dovrà discutere di quali azioni concrete andranno impostate con l’obiettivo di garantire cibo sano, sufficiente e sicuro per una popolazione mondiale che nel 2050 arriverà a 9 miliardi di persone. Fin da oggi dobbiamo pensare a dei modelli di sviluppo che siano sostenibili sotto il profilo economico, sociale ed ambientale per dare le risposte dovute alle nuove generazioni e lavorare contro lo spreco alimentare. Solo così potremo garantire un’agricoltura sostenibile, solidale e cibo per tutti. Ringraziamo quindi Papa Francesco perché le sue parole odierne aiutano tutti a capire il senso profondo del grande appuntamento di Milano 2015″.

Nel suo intervento, il Papa aveva tra l’altro detto, ricordando la celebrazione della Giornata del Ringraziamento, “che quest’anno ha per tema Nutrire il pianeta. Energia per la vità, con riferimento all’ormai prossimo Expo Milano 2015″. “Mi unisco ai vescovi – ha detto il Papa – nell’auspicare un impegno rinnovato perchè a nessuno manchi il cibo quotidiano, che Dio dona per tutti”. “Sono vicino al mondo dell’agricoltura, e incoraggio a coltivare la terra in modo sostenibile e solidale” (Omni Milano)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


9 − uno =

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>