Terreni edificabili tornano agricoli a Rivalta di Torino.

Pubblichiamo da Il Sole24ore (vedi articolo originale)

A ogni pioggia e a ogni alluvione o frana diciamo – giustamente – che l’Italia non può più sopportare nuova cementificazione…

Terreni edificabili tornano agricoli: a Rivalta di Torino il miracolo si può fare!

Sappiamo perfettamente che la bellezza del paesaggio italiano è materia prima fondamentale per la nostra economia turistica esattamente come lo è il petrolio per gli arabi. Eppure, il progresso del cemento è lento ma inesorabile. Ma da Rivalta di Torino sta partendo una piccola rivoluzione: alcuni proprietari terreni, complice la crisi economica che rende sempre più oneroso pagare le tasse sui terreni edificabili, incoraggiati dal comune hanno chiesto di rinunciare all’edificabilità per tornare alla destinazione originaria, quella di terreni agricoli. “Preferiscono sapere che lì nelle loro zone ci sarà un prato o un giardino piuttosto che nuovi palazzi” racconta con soddisfazione a “Si può fare” l’assessore all’urbanistica e all’agricoltura del comune di Rivalta Guido Montanari.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


3 × = diciotto

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>