Il M.I.S. condivide in pieno i punti della protesta di Altragricoltura

Giriamo il comunicato stampa del Segretario del Movimento Indipendente Siciliano di Vittoria che si esprime sulla protesta condividendo in pieno i punti della protesta dei rappresentanti di Altragricoltura.

Segue comunicato.

Dopo diversi giorni di sciopero della fame dei tre uomini di Altragricoltura, non possiamo che continuare a confermare il nostro sostegno per l’incessante e dura battaglia democratica che Malannino, Ciaculli, e Messinese stanno portando avanti, forse pagando un prezzo molto più alto di quanti fino ad oggi li anno preceduti, quello della propria salute oltre a quello economico che li ha spinti ad un gesto così estremo. Nel nostro piccolo e senza dare troppo nell’occhio abbiamo quotidianamente dato il nostro contributo, principalmente da parte del nostro Segretario, Occhipinti Alessandro, che non a fatto mai mancare con la sua presenza, sostegno morale agli scioperanti, approfittano dell’occasione per mettere a confronto le idee e le soluzione dei problemi del nostro territorio, a suo dire, a parte le normali “passerella “ di qualche politico di turno, è ovvio che accada ciò quando c’è la possibilità di avere visibilità, alcuni di loro hanno fatto la loro parte, e questo onora tutti, cittadini compresi. Riteniamo che da Vittoria può partire “un’onda d’urto” molto forte ,se solo tutte, ma proprio tutte, le aziende agricole, quelle dell’indotto diretto e indiretto, si nota molto l’assenza di massa di chi è commercialmente interessato in prima persona, segherie, magazzini di lavorazione, commercianti dei prodotti per l’agricoltura, agronomi, ed i loro operai e dipendenti,vorremmo sapere dove sono? Hanno veramente idea di cosa succederà loro quando gran parte delle aziende chiederanno? Forse ritengono erroneamente che questo sfracello sociale è ancora lontano. Facciamo appello a tutti i cittadini, che abbandonino per un primo momento egoismi di classe anche giusti, perseguendo una volta per tutte la battaglia delle battaglie, quella primaria e decisiva, quella di riprenderci LA SOVRANITÀ’ DEL NOSTRO TERRITORIO “ NESSUNO A CASA NOSTRA DEVE PERMETTERSI DÌ BUTTARCI FUORI A SUO USO ED ESCLUSIVO VANTAGGIO”. In nome della “ GLOBALIZZAZIONE” usando questo termine molto soft, un decennio fa ci hanno fatto credere che i mercati aperti avrebbero portato benessere a tutti , con la frase “economia di mercato” invece e stato attuato il più grande bluff che si potesse fare a danno delle masse, attuando la peggiore delle regole che si possa usare in una economia reale, “ massimo risultato con il minimo sforzo” niente altro che speculazione pura. Questo non possiamo accettarlo, una volta per tutte, avviamo il cambiamento, prima culturale, perché dobbiamo comprendere tutti noi ,che se pensiamo ed agiamo in termini di cambiamento, il cambiamento sarà quello che avverrà, ma se si pensa solo ed esclusivamente in termini di cura dei problemi , passeremo il resto della vita a leccarci le ferite, come gli animali, dobbiamo avere il coraggio di ELIMINARE tutte le barriere che intralciano la strada verso un benessere collettivo , che siano Leggi, che siano procedure, che siano GDO, Corporazioni, Multinazionali, Banche d’affari, che siano uomini politici incapaci, dobbiamo fare pulizia di ciò che non va a nostro vantaggio altrimenti possiamo tranquillamente dire, che è già l’inizio della fine.

 

Vittoria 16/12/2012 il Segretario M.I.S.

Alessandro Occhipinti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


× nove = 36

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>